India: il disastro di Bhopal, 35 anni dopoARTE Reportage

Video successivo

25 min
Disponibile dal 16/12/2019 fino al 28/11/2022

La notte del 2 dicembre 1984, una fuga di più di 40 tonnellate di gas tossico dalla fabbrica Union Carbide provocò la contaminazione delle falde acquifere a Bhopal (India), scatenando una vera e propria catastrofe umanitaria: su 574 mila abitanti esposti ai miasmi, si contarono fino a 25 mila decessi e 150 mila persone affette da malattie croniche. A distanza di 35 anni, il sito non è stato bonificato e l'azienda non è stata smobilitata. Le generazioni nate a seguito del disastro presentano seri handicap fisici e mentali: due ONG, Chingari e Sambhavna, si sono fatte carico delle cure riabilitative alla luce dell’inerzia del servizio sanitario pubblico.


  • Paese :
    • Francia
  • Anno :
    • 2019