Loading

Est Europa: perché non è più un blocco omogeneo

Dietro le Mappe

Est Europa: perché non è più un blocco omogeneoDietro le Mappe

La caduta dell'URSS è stata una cesura storica dall'enorme impatto, sul piano della frammentazione politica e identitaria, per la macroregione identificata come 'Europa dell'Est'. Dai Paesi Baltici all'ex Jugoslavia, dall'Ungheria "illiberale" di Orban alla Polonia, se alcuni paesi cercano un riavvicinamento alla Russia, altri si spingono tra le braccia dell'Unione Europea e della NATO. Con l'ombra dell'influenza cinese che si allarga sempre più, come sul fronte dei vaccini anti-Covid.

Durata :

13 min

Disponibile :

Dal 15/01/2022 al 15/12/2028

Genere :

Programmi

Ti potrebbe interessare anche

Il mondo secondo Xi Jinping

Mozambico: un paradiso maledetto?

Dietro le mappe

La lunga storia dell'immigrazione in Europa

Dietro le mappe

Cina: il paese della censura

Media e censura a Pechino (1/6)

Centri di detenzione in Libia: la vergogna dell'Europa?

La guerra in Siria: 2011-2021

Dietro le mappe

Quale sovranità per l'Iraq?

Dietro le Mappe

Senegal e Francia: alleati per sempre?

Dietro le Mappe

I video più visti su ARTE

Abbracciare la propria sessualità

Filosofia

Il mondo secondo Xi Jinping

Geo Reportage

Los Angeles: le regine del lowriding

Reinhold Messner: il mio Sudtirolo

Arabia saudita: l'est

Misteri d'Arabia

La rivoluzione della CBD

Re: Sguardi sulla società

40 anni di AIDS

Silenzio è morte

5 anni con la Filarmonica dell'Elba

Kirill Gerstein, Alan Gilbert e l'Orchestra NDR