Loading

Shame

Festival ARTE Concert 2021

ShameFestival ARTE Concert 2021

"Shame" è il nome del progetto che unisce la voce di Charlie Steen, le chitarre di Sean Coyle-Smith e Eddie Green, il basso di Josh Finerty e la batteria di Charlie Forbes. Non è esagerato dire che i cinque britannici sono capaci di far rumore, sia in termini di decibel che di successo di pubblico: eccoli all'opera alla Gaîté Lyrique di Parigi per il Festival ARTE Concert.

Durata :

67 min

Disponibile :

Dal 17/12/2021 al 03/11/2022

Genere :

Concerti e spettacoli

Ti potrebbe interessare anche

Damon Albarn

Festival ARTE Concert 2021

Damon Albarn

Festival ARTE Concert 2021

Dave Gahan & Soulsavers

Dalla Salle Pleyel (Parigi)

Dave Gahan & Soulsavers

Dalla Salle Pleyel (Parigi)

Hania Rani per il Piano Day 2022

Hania Rani per il Piano Day 2022

Gli ABBA e l'Eurovision alternativo

TAPE

Gli ABBA e l'Eurovision alternativo

TAPE

Jamie Cullum: piano, solo

Concerto privato all'Espace Richaud

Jamie Cullum: piano, solo

Concerto privato all'Espace Richaud

Sting: concerto al Pantheon di Parigi

50 anni della radio FIP

Sting: concerto al Pantheon di Parigi

50 anni della radio FIP

Deep Purple

Hellfest 2017

Deep Purple

Hellfest 2017

I video più visti su ARTE

Re: Allah addio - Musulmani che abbandonano la fede

Re: Allah addio - Musulmani che abbandonano la fede

Dietro le Mappe: Putin e il fedele ceceno Kadyrov

Dietro le Mappe: Putin e il fedele ceceno Kadyrov

Dietro le Mappe: La Russia resisterà alle sanzioni?

Dietro le Mappe: La Russia resisterà alle sanzioni?

ARTE Reportage

Ucraina: come si organizza la resistenza?

ARTE Reportage

Ucraina: come si organizza la resistenza?

ARTE Reportage

Cuba e la sua 'diplomazia umanitaria'

ARTE Reportage

Cuba e la sua 'diplomazia umanitaria'

ARTE Reportage: l'Ucraina e lo spirito di Maidan

ARTE Reportage: l'Ucraina e lo spirito di Maidan

Ucraina: una strada per il Paradiso

Ucraina: una strada per il Paradiso

Geo Reportage: Corea del Sud, la cucina del tempio

Geo Reportage: Corea del Sud, la cucina del tempio