Il virus dilania l'EuropaL'UE di fronte alla crisi Covid-19

58 min
Disponibile dal 13/11/2020 fino al 09/12/2020
La pandemia di Covid-19 ha portato spietatamente alla luce i punti deboli di molti Paesi europei, da strutture ospedaliere indebolite e mal preparate a sistemi di assicurazione sanitaria inadeguati. Che risposta può - e vuole - dare l'Unione Europea? Cosa hanno in mente le persone a capo delle istituzioni di Bruxelles?
L'italiana Cristina Sfriso è in difficoltà: soffice di vetro a Murano, da marzo non ha più entrate. Anche se in teoria può beneficiare degli aiuti statali, in pratica non è così semplice. Nonostante le misure di stabilizzazione e di stimolo economico prontamente annunciate dal governo, l'amministrazione italiana è stata sopraffatta dall'afflusso di richieste. Da sistemi sanitari poco preparati a una crisi di questa portata ad assicurazioni lacunose che lasciano centinaia di migliaia di europei senza protezione sociale dopo la scomparsa dei loro occupazione, la pandemia ha rivelato diversi punti deboli a cui i Paesi europei ora devono far fronte. Ma anche permesso ad alcuni politici, come il primo ministro ungherese Viktor Orban, di approfittare del caos a proprio vantaggio, facendo pressione sui media.
Tra Bruxelles e Strasburgo, la Commissione, il Consiglio e il Parlamento europeo stanno lavorando insieme per trovare una risposta comune alla crisi? Mentre a luglio il Consiglio europeo, presieduto dall'ex primo ministro belga Charles Michel, ha votato a favore di un contributo finanziario dell'ordine di 1500 miliardi di euro, il Parlamento e la Commissione, rispettivamente presieduti di David Sassoli e Ursula von der Leyen, tardano ad accordarsi. E il tempo stringe. Un tuffo nelle acque agitate di un'Europa indebolita, ma ancora animata da speranze di solidarietà e fraternità.

  • Regia :
    • Michael Richter
  • Paese :
    • Germania
  • Anno :
    • 2020