Loading

Maternità surrogata: un mercato florido in Ucraina

Re: sguardi sulla società

Polonia: gli eremiti dei Carpazi

Re: sguardi sulla società

Re: L'ossessione per i muscoli tra i giovani

Inquinamento acustico: meno rumore in città

Re: sguardi sulla società

Caccia nel circolo polare artico

Il popolo Sami contro il governo svedese

ARTE Reportage

Germania: giovani, poveri e in difficoltà

Irlanda: a scuola di Gaelico

Re: sguardi sulla società

Pronto intervento arabo-israeliano a Tel Aviv

Re: sguardi sulla società

Contro la speculazione, terreni per tutti?

Re: sguardi sulla società

Maternità surrogata: un mercato florido in UcrainaRe: sguardi sulla società

In programmazione dal 29/01/2021

Da oltre dieci anni, in Ucraina numerose donne si fanno retribuire per mettere al mondo neonati per conto di altre coppie, impossibilitate a riprodursi naturalmente. La pratica della "maternità surrogata", per sempre più famiglie europee, rappresenta l'ultima speranza di avere un bambino. Eppure, il confine tra umanità e business è sottilissimo... Reportage su un fenomeno in ascesa.

Durata :

33 min

Disponibile :

Dal 01/01/2022 al 08/03/2022

Genere :

Documentari e reportage

Ti potrebbe interessare anche

I nuovi poveri: la fine della classe media europea

Canarie sotto pressione

ARTE Reportage

Chernobyl: meglio la radioattività della guerra

Re: sguardi sulla società

Francia: Calais, alle porte dell'esodo dei migranti

ARTE Reportage

Pale eoliche in Messico: venti di rabbia

ARTE Reportage

Francia: 'reportage' di un rifugiato afghano a Calais

ARTE Reportage

Albania, il paradiso dei migranti afghani?

ARTE Reportage

Re: Scozia, la Signora del Whisky (ecologico)

I video più visti su ARTE

Abbracciare la propria sessualità

Filosofia

I nuovi poveri: la fine della classe media europea

Il mondo secondo Xi Jinping

Geo Reportage

Los Angeles: le regine del lowriding

Glutine: il nuovo Nemico Pubblico?

"The Tree", di Carolyn Carlson

Dal Théâtre de Chaillot

Russia-Ucraina: di chi è la Crimea?

Stories of Conflict

Reinhold Messner: il mio Sudtirolo