Orfeo e Euridice di Gluck all'Opéra Comique di Parigi

105 min
Disponibile dal 27/10/2018 fino al 17/03/2019
L'amore oltre la morte. Inconsolabile, il poeta Orfeo segue la sua sposa Euridice fin nel regno delle ombre. Christoph Willibald Gluck ha saputo liberare l'opera dalle pastoie del formalismo barocco per farla entrare nell'era classica. Raphaël Pichon dirige, Marianne Crebassa e Hélène Guilmette danno voce ai due ruoli principali.
Il mito di Orfeo, poeta e cantore originario della Tracia, e della sua voce di tale bellezza da consentirgli di vincere la morte, è uno dei temi più trattati nel repertorio lirico. L’Orfeo, la prima opera lirica di Monteverdi (di cui ci è giunto il libretto), parla della discesa nel regno dei morti. Il poeta mitologico figura quindi alle origini della storia dell'opera.

Duecentocinquant'anni dopo, Gluck riprende a sua volta la leggenda al momento della grande rottura formale che segna il passaggio dal barocco al classicismo. Il compositore tedesco volle affrancare l'opera lirica italiana dal suo formalismo per conferire una maggiore libertà all'intensità drammatica dell'intreccio. Orfeo e Euridice è oggi una delle opere liriche maggiormente rappresentate. La versione proposta dall'Opéra Comique è la versione francese rimaneggiata da Berlioz nel 1859 per la cantante Pauline Viardot.

In questa nuova produzione , il regista Aurélien Bory fa percorrere a Orfeo diversi spazi immaginari tra psiche, soprannaturale e aldilà. A 33 anni, il direttore d'orchestra Raphaël Pichon dirige l'Ensemble Pygmalion, la formazione specializzata nella musica barocca da lui fondata nel 2006 e insignita da diversi premi.

La parte di Orfeo, scritta originariamente per un castrato, è oggi molto spesso affidata a un tenore, un controtenore o ad una contralto. All'Opéra Comique sarà la mezzosoprano Marianne Crebassa ad interpretare il poeta mitologico, affiancata da Hélène Guilmette nella parte della sua sposa Euridice.

Regia :

Francois Roussillon

Direzione musicale :

Raphaël Pichon

Composizione :

Christoph W. Gluck

Regia :

Aurelien Bory

Orchestra :

Ensemble Pygmalion

Paese :

Francia

Anno :

2018