Disoccupazione giovanile nell'UEVox Pop | Speciale Europa

29 min
Disponibile dal 07/06/2019 fino al 18/07/2019

In questa edizione speciale di Vox Pop dedicata all’Europa troverete una panoramica dei metodi per contrastare la disoccupazione in Europa, mentre la seconda parte è dedicata a un dibattito sul rapporto tra i cittadini e le élites: partecipano Gianni Alemanno, docente all’HEC di Parigi, e il politologo bulgaro Ivan Krastev.

La disoccupazione giovanile è la peste d’Europa. Nell’Unione ci sono 3,5 milioni di under 25 disoccupati, con percentuali altissime in Italia, Grecia e Spagna. Nel nostro paese, dove vige ancora il sistema dei mega concorsi pubblici, ci sono 1.000 candidati per un posto di professore a scuola, 22.000 per 50 posti da poliziotto. Nell'ultimo concorso INPS c'erano 66.000 candidati per un impiego a vita da 1.200 euro al mese. 

Come funziona negli altri paesi? In Austria, lo stato si fa garante dell’apprendistato giovanile. Nei Paesi Bassi, vige una vera e propria discriminazione nei confronti dei più giovani: vengono per legge pagati molto meno, e per questo più volentieri assunti. In Germania ci sono misure specifiche per rendere un inferno il periodo di disoccupazione dei giovani: niente sussidi, con sanzioni fino alla sospensione dell’aiuto per pagare l’affitto, se si rifiuta l’impiego proposto.

E poi c’è la Garanzia Giovani stanziata dall’Unione europea: 9 miliardi di euro, che per gli esperti non sono utilizzati al meglio, perché permettono alle aziende di ricevere un bonus se prendono giovani in apprendistato, che vengono sostituiti da altri giovani quando l’apprendistato finisce.


  • Regia :
    • Nicolas Thepot
  • Ospite :
    • Alberto Alemanno
    • Ivan Krastev
  • Presentazione :
    • Nora Hamadi
  • Paese :
    • Francia
  • Anno :
    • 2019