Il Flauto magico, regia di Romeo Castellucci
Il capolavoro di Mozart alla Monnaie di Bruxelles.

168 min
Disponibile dal 04/10/2018 fino al 26/03/2019
Romeo Castellucci è noto per la regia avanguardista di opere liriche, visivamente forti e ricche di simboli. Il drammaturgo e artista italiano firma alla Monnaie di Bruxelles una produzione del Flauto magico di Mozart con la direzione musicale di Antonello Manacorda, e Sabine Devieilhe nel ruolo della Regina della Notte.
La bella Pamina, figlia della Regina della Notte, è stata rapita dal gran sacerdote Sarastro. Il principe Tamino, vedendo il ritratto della giovane se ne innamora perdutamente e decide di liberarla. Sarastro è il capo di una confraternita disposta ad accogliere Tamino nelle proprie fila, e a lasciarlo sposare Pamina, a condizione di riuscire a superare alcune prove. Nel corso dell'avventura, l'uccellatore Papageno che lo accompagna riuscirà ad incontrare Papagena, la propria anima gemella. È forse manipolazione quella di Sarastro che prodiga tante promesse ai giovani? Proprio lui che sfrutta una società basata sulla schiavitù, in totale contraddizione con l'ideale di uguaglianza da lui propugnato?

Il Flauto magico è un'opera lirica molto popolare. Questo Singspiel dall'intreccio fiabesco ad opera di Wolfgang Amadeus Mozart e del suo librettista Emanuel Schikaneder racchiude una complessa simbologia massonica. Le prove cui Sarastro sottopone l'eroe - il voto del silenzio, la fermezza di fronte al pericolo e l'iniziazione al sacro culto - elevano Tamino verso l'ideale umanista massonico. Noto per il simbolismo dei suoi messaggi, Romeo Castellucci esprime una critica sociale in una messa in scena dall'estetismo essenziale.

Il Teatro della Monnaie ha affidato ad Antonello Manacorda la direzione musicale di questa produzione. L'Italiano vanta una collaborazione come violinista con Pierre Boulez, Daniel Harding e Christopher Hogwood, e ha diretto le orchestre del Teatro La Fenice, del Theater an der Wien, del Festival di Glyndebourne e dell'Opéra di Lione. Sabine Devieilhe, soprano leggero attualmente molto richiesta in Europa interpreta la Regina della Notte e il basso ungherese Gábor Bretz dà voce a Sarastro.

con :

Gábor Bretz (Sarastro)
Ed Lyon (Tamino)
Dietrich Henschel (Sprecher)
Sabine Devieihle (Königin der Nacht)
Sophie Karthäuser (Pamina)
Angélique Noldus (Zweite Dame)
Tineke van Ingelgem (Erste Dame)
Esther Kuiper (Dritte Dame)
Georg Nigl (Papageno)
Elina Galitskaya (Papagena)

Direzione musicale :

Antonello Manacorda

Direttore del coro :

Martino Faggiani

Coreografia :

Cindy van Acker

Scenografia :

Romeo Castellucci

Luci :

Romeo Castellucci

Regia :

Romeo Castellucci

Regia televisiva :

Myriam Hoyer

Paese :

Belgio

Anno :

2018