Giacinto Scelsi: il primo moto dell'immobileDi Sebastiano d'Ayala Valva

Riproduzione automatica

Video successivo

81 min
Disponibile dal 27/01/2020 fino al 03/03/2020

Sebastiano d’Ayala Valva, parente del musicista, è partito alla ricerca di coloro che hanno incrociato i loro percorsi con quello di Scelsi: la cantante Michiko Hirayama, la contrabbassista Joëlle Léandre e la pianista Marianne Schroeder. Contrario all’idea di lasciare tracce fotografiche di se stesso, si preoccupò di registrare su nastro la storia della sua vita, pur esigendo che la sua testimonianza a voce rimanesse segreta fino al 2003. Un documentario ai confini della realtà, come lo è l’eredità di Giacinto Scelsi.

“Il suono è il primo moto dell’immobile”: Giacinto Scelsi, compositore nato nel 1905, era attirato dalla trascendenza. A seguito di una crisi mistica negli anni ‘40, non smise mai di liberare l’energia del suono creando musiche con l'arte dell' improvvisazione, seguendo il proprio intuito. Il compositore avanguardista, che sosteneva di trarre ispirazione dalle divinità indù ‘devas’, mantenne la promessa sul giorno della sua scomparsa: l’8 agosto 1988, quando gli ‘8’ si sarebbero allineati.


  • Regia :
    • Sebastiano d'Ayala Valva
  • Paese :
    • Francia
  • Anno :
    • 2018